FANDOM


Partita dai toni cartooneschi


PartecipantiEdit

Jul - Nicholas Fawkes

Dug - Doc , poi Rastor , noto come Leonsanto

Alberto - Runemaster

Mose - Shigheru

Otto Antichi EroiEdit

Protagonisti ed eredi (spirituali) degli OttoEdit

Rastor- Warmain Leonid. Crescito nel suo clan come guerriero, decide di rivolgere le sue arti guerresche alla professione del mercenario, fino a quando il suo peregrinare in cerca d'ingaggio non lo porta in cerca di rifugio alla Torre degli Antichi Eroi, dove incontra Nicholas Fawkes, l'alchimista, Shigheru il samurai e il runemaster (?). Affascinato dalla struttura e infuriato all'idea che quell splendore architettonico rimanga abbandonato, decide di aiutare i tre a liberare la torre, al posto del loro compagno defunto. La sua motivazione è dettata sia dalla sua profesione di soldato erudito, che lo porta a studiare le architetture militari e non di tutti i tempi e anche dalla sua fede in Iordh Irontumbh dio delle costruzioni (tra le altre cose), all'inizio tiepida e solo per aver qualcuno a cui raccomandarsi sul campo di battaglia come rituale scaramantico o portafortuna che poi si manifesta in seguito più forte di come anche lo stesso Rastor potesse sospettare. Con il procedere delle avventure in compagni di Nicholas-NIck- e di Shigheru si trova a combattere demoni e anche a viaggiare nel passato. In entrambe le situazioni si ritrova impotente di fronte al nemico. Nel primo caso troppo potente anche per lui, mentre nel secondo caso si ritrova come una sorta di spirito incorporeo condannato ad essere un semplice osservatore del fortuito colpo mortale che viene sferrato a Shigheru. Non volendo assistere ad una morte che la sua presenza potrebbe aver impedito, rivolge le sue preghiere ad Irontumbh, chiedendogli di salvare il suo amico. Verrà esaudito a prezzo di parte della sua forza vitale.

Dopo essere tornati nel presente, davanti ad un bicchiere di whisky (bevanda di cui è produttore e estimatore. Il temtissimo e richiestissimo Whisky qualità Leonid, prodotto secondo la ricetta della sua gente. Abbastanza alcolico da poter essere usato come disinfettante senza troppi scrupoli) a cui resto ne faranno compagnia altri, Rastor si interroga sul fatto che grazie al suo dio, fino a quel momento considerato alla stessa stregua di un altro scudo soprannaturale sul campo di battaglia, con un piccolo sacrificio ha potuto salvare la vita di Shigheru, decide di supportare attraverso le sue azione la causa del suo dio.

Cosa che avrà modo di fare nella successiva avventura, che vedrà il gruppo alle prese con un terribile drago rosso. Durante lo scontro Rastor, indebolito dal veleno delle viverne che abitavano il rifugio del drago, incontra la sua fine tentando di abbattere la bestia. Nessuno dei suoi compagni sa che cosa abbia trovato dall'altra parte, ma sicuramente qualcosa che ha segnato profondamente il guerriero. Ora è tornato alla vita grazie alla decisione del suo dio di rimandarlo indietro come santo. Sia come ricompensa per le sue azioni onorevoli, sia per dargli una nuova possibilità di dimostrare il suo valore e la sua fede facendo del bene in tutto il mondo. Anche l'aspetto del Leonid è cambiato La sua morte e resurrezzione gli hanno lasciato la criniera bianca, come quella dei membri albini della sua tribù.

Dalla grotta del drago riporterà un tesoro di inestimabile valore. Un uovo di drago d'argento, il cui genitore era stato ucciso dal drago rosso, ed ora Rastor è intenzionato ad allevare la creatura al posto del drago orma deceduto e farne un potente alleato nella lotta contro tutte le creature malvage.

Ma questo solo quando l'uovo si sarà dischiuso

Torrione di GuardiaEdit

CronoEdit

GnollingEdit

AvventureEdit

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.